loading
services

Deposito IVA - Depositi doganali e fiscali

Per un’azienda che importa o esporta beni per la rivendita il deposito doganale offre un’ottima soluzione.

Consente di non anticipare dazi e imposte di consumo sino a quando il bene non verrà venduto.

La merce inserita in un magazzino doganale potrà essere visionata dai clienti interessati e potrà anche subire minime lavorazioni come l’etichettatura, il confezionamento, la palletizzazione, atc…; tutto in sospensione delle imposte doganali e di consumo del paese in cui si trova. Solo al momento dell’uscita del deposito doganale per entrare nel mercato aziendale, il prodotto è sottoposto al pagamento erariale dovuto.

Il deposito doganale è magazzino dotato di particolari requisiti tali da permettere il rilascio della dovuta autorizzazione da parte della Amministrazione doganale competente.

Il deposito fiscale è un ulteriore strumento a favore dell’importatore italiano, che evita il pagamento materiale dell’IVA all’importazione.

In molti paesi della Comunità europea, l’importatore di beni extra-Cee non deve assolvere alla dogana comunitaria anche l’imposta di consumo; Ciò non avviene in Italia , dove alla dogana è dovuto oltre al dazio anche l’IVA. Tuttavia è stato istituito il deposito fiscale, tramite il quale il bene importato, assolti i dazi, non è altresì sottoposto all’IVA se introdotto in un deposito fiscale.

L’importazione IVA sorgerà solo al momento della sua estrazione dal deposito, ma non prevederà mai comunque il pagamento materiale dell’imposta ma solo la sua autoliquidazione tramite l’annotazione nei registri contabili.